"Ogni Comune dovrebbe avere un’associazione che consenta di entrare in contatto con famiglie che hanno questi problemi". Si riferisce alla malattia di Alzheimer l’attrice e conduttrice Daniela Poggi (foto) che ha aperto la sua ‘stanza dell’anima’ al pubblico aglianese presentando il suo libro ‘Ricordami!’ edito da La vita felice di Milano, dove raccontandosi alla madre colpita da Alzheimer, portandola in un immaginario viaggio, anche tra vecchie foto, per risvegliare i ricordi o per confessarle segreti mai rivelati, si racconta anche al lettore. Il libro è stato presentato nel dehors del bar pasticceria Gallo nero, con persone presenti anche in piazza Gramsci. A fare gli onori di casa il sindaco di Agliana Luca Benesperi, hanno dialogato con l’autrice Clara Mallegni e Walter Sandri, consoli Touring club italiano che ha patrocinato l’evento, collegato alla 73esima Coppa Dino Diddi. ‘Ricordami’, apprezzato esordio letterario di Daniela Poggi (uscito il 15 aprile è già alla terza ristampa) affronta la malattia di Alzheimer e la diretta esperienza dell’autrice che si è presa cura per tanti anni della madre. Un libro che Daniela ha dedicato ai genitori e alla vita, che segue il recital della Poggi ‘Io madre di mia madre’. Le pagine del libro ci fanno conoscere la sofferenza di vivere accanto ad una mamma colpita da Alzheimer, che non ha ricordi, non riconosce la figlia. Eppure: "Sono fatta di te e tu sei fatta me di me", dice l’autrice a sua madre. Abbiamo chiesto a Daniela Poggi: quanto le varie discipline artistiche e sportive possono aiutare i malati di Alzheimer? "Lo sport è basilare per le ossa, l’anima e la psiche – racconta –. Anche se non ci sono dati scientifici in relazione a sport e Alzheimer, penso che una mente allenata possa rallentare la malattia. Quanto alle discipline artistiche, sono utili teatroterapia e musicoterapia. Mia madre sorrideva quando sentiva la musica".

Piera Salvi